Tags

, , , , , , , ,

Il Leone, simbolo delle Generali

Il Leone, simbolo delle Generali

Io tutto ‘sto casino (non “fatto per averti” come cantava Eduardo De Crescenzo in “Ancora”) per l’uscita delle Generali dai patti nei “salotti” non lo comprendo. E per diversi motivi. Innanzi tutto perché dal rinnovo dell’accordo su Pirelli, appena scattato ancorché con la durata ridotta di un anno, mi pare arrivi un segnale contrario (forse non ostinato, ma certamente contrario). In secondo luogo, perché, come lo stesso amministratore delegato della compagnia del Leone ha ricordato lunedì 14 gennaio, già in un consiglio di amministrazione del febbraio 2011 (quando a regnare quasi sovrano a Trieste era l’ad Giovanni Perissinotto) c’era stata una delibera che aveva stabilito che il gruppo assicurativo non ha in portafoglio “partecipazioni strategiche”; circostanza che per l’appunto fa pensare a un possibile disimpegno in ogni momento, senza alcun vincolo. Terzo motivo, già ad aprile del 2012, poco prima della sua clamorosa “cacciata” grazie all’asse di Mediobanca con i soci industriali, Perissinotto aveva preannunciato una uscita dal patto di Rcs. Certo, in quell’occasione la dichiarazione era suonata più che altro come una ripicca, una resa dei conti nei confronti del Corriere della Sera, che proprio nel giorno dell’assemblea delle Generali aveva pubblicato una intervista del socio Leonardo Del Vecchio con un duro attacco allo stesso Perissinotto. Tuttavia, sull’onda del rancore o meno, la volontà di uscire dal patto Rizzoli era già stata chiaramente esplicitata già dal predecessore di Greco, è un dato di fatto. Rimane poi la quota in Telco, la cassaforte che controlla Telecom Italia, dove, in caso di disimpegno ora, il Leone di Trieste accuserebbe senz’altro una lauta minusvalenza. Sembra dunque piuttosto difficile che le Generali di Greco decidano di chiamarsi fuori ora. Insomma, visto che l’uscita dai salotti o era già stata preannunciata o sembra al momento rinviata, mi pare che si stia facendo molto rumore per nulla, o comunque per poco.

Advertisements