Tags

, , , , , , , , ,

La locandina di Strade perdute di David Lynch

La locandina di Strade perdute di David Lynch

Innanzi tutto una premessa: penso che, verosimilmente nei prossimi giorni, dovrei riuscire a uscire dal tunnel del connubio film-finanza. In attesa che arrivi quel giorno, vi chiedo di pazientare ancora un po’. Eh sì, perché oggi non riesco proprio a evitare di paragonare l’intricata operazione di accorciamento della catena di controllo della Pirelli alla trama, altrettanto complessa e tortuosa, di “Strade perdute” di David Lynch.
Ora, non vi tedierò con i dettagli dell’operazione, ma quel che si può affermare è che dovrebbe consentire al patron del gruppo della Bicocca Marco Tronchetti Provera di fare entrare nel gruppo nuovi azionisti anche per liberarsi dei soci genovesi Malacalza, con i quali da un po’ di tempo a questa parte ormai volano gli stracci.
E non vi tedierò nemmeno con le possibili interpretazioni di “Strade perdute”, anche perché, sebbene l’abbia visto ancora di recente, avrei serie difficoltà a spiegare i molteplici piani che consentono di darne un’interpretazione.
Quel che posso dire è che, nel mondo finanziario, nella giornata di oggi le indiscrezioni si sono sprecate per celebrare questo ipotetico accordo raggiunto tra Tronchetti Provera e i Malacalza. Sembra quindi che la famiglia Malacalza – e nella fattispecie Vittorio e il figlio Davide – nell’ambito del complesso riassetto del gruppo Pirelli, prenderà delle strade perdute che la condurranno più o meno lontana dallo stesso Tronchetti. Più lontana se la famiglia ligure verrà compensata delle proprie partecipazioni con denaro contante, come oggi scriveva l’Ansa (se così fosse, tra l’altro che ne sarebbe del desiderio da poco manifestato dai genovesi di restare soci industriali del gruppo della Bicocca?). E meno lontana se invece, come sosteneva il sito di Repubblica, il conguaglio per l’uscita da Gpi e Camfin, le due società posizionate a monte rispetto a Pirelli, dovesse avvenire attraverso azioni della società degli pneumatici.
Attendiamo allora il comunicato vero (le società coinvolte ce lo stanno facendo sudare) di Camfin e Pirelli per comprendere quanta strada, perduta o guadagnata, effettivamente faranno i Malacalza per allontanarsi da Tronchetti.

Advertisements