Tags

, , , , , , , , , , , , , ,

images

Niente da fare: il proprietario de La7 Urbano Cairo non riesce proprio a imbroccare la prima serata del martedì (e forse anche altri giorni della settimana, ma concentriamoci su questo). E così, dopo appena due settimane, manco fosse mister Big, l’editore, pubblicitario e presidente del Torino ha già scaricato Carrie, Charlotte, Samantha e Miranda, le quattro ragazze di “Sex and the city”, che aveva chiamato in suo soccorso dopo il flop di ascolti della trasmissione “Linea Gialla” di Salvo Sottile.
Cairo, all’inizio di marzo, aveva deciso di affidare al quartetto di donne del mitico telefilm di fine anni Novanta e inizio anni Duemila il “prime time” del martedì de La7 dell’11 e del 18 marzo. In effetti, una scelta insolita perché sarà anche vero che “Sex and the city” è un telefilm immortale che continua ad avere un enorme seguito, ma è innegabile che La7 abbia ormai trasmesso la serie tv fino quasi allo sfinimento delle telespettatrici (il pubblico che segue il telefilm è per lo più femminile, il che significa che in caso di famiglie con un’unica televisione c’è da mettere in conto anche una mini rissa domestica con l’eventuale uomo di casa per aggiudicarsi il controllo del telecomando).
Ma già ieri sera “Sex and the city” è andato in onda in seconda serata. Ad aggiudicarsi il prime time è stato, infatti, il film “Getaway” con Kim Basinger e Alec Baldwin. Che non sono affatto certa abbia fatto meglio del telefilm americano (non ho controllato i dati di ascolti e comunque, adorando “Sex and the city”, sono sfacciatamente di parte).

Advertisements