Tags

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Edoardo Garrone

Edoardo Garrone

La Sampdoria, alla fine del 2013, per i Garrone valeva zero. E’ quanto si scopre tra le righe del bilancio del 2013 della San Quirico, la holding della famiglia genovese, che si è chiuso con una perdita di esercizio pari a 39,31 milioni, in netto peggioramento dal mini utile di 435mila euro che era stato realizzato nel 2012.
Colpa, soprattutto, della Sampdoria, che da sola ha comportato svalutazioni complessive per quasi 45 milioni: 39,24 su Sampdoria Holding e 5,27 per Uc Sampdoria.
Queste società, nel 2013, sono costate alla San Quirico, il cui presidente del consiglio di sorveglianza è Edoardo Garrone, anche in termini di versamenti “in conto futuro aumento di capitale”, per un totale di 35 milioni. Portando così a un’ottantina di milioni il conto pagato dai Garrone per la Samp ancora l’anno scorso. Poco prima di vendere il club blucerchiato, a metà giugno del 2014, a Massimo Ferrero.

(Tutto questo e molto di più sul Secolo XIX, alle pagine dello sport del 10 settembre)

Advertisements