Tags

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Gianluigi Buffon nella pubblicità sulla Zucchi

Gianluigi Buffon nella pubblicità sull’aumento di capitale della Zucchi

Per carità, non voglio certo stare a scomodare il premio Nobel per la Letteratura del 1997 Dario Fo, ma quello che lega il portierone della mia Juventus e della Nazionale Gianluigi Buffon alla società di biancheria quotata in Borsa Zucchi, di cui è primo azionista indiscusso, è certamente un bel mistero. Se buffo, non so.
O meglio, non credo che lo sia per Gigi Buffon, che tra una storia e l’altra, cioè contando i soldi sborsati per gli ultimi due aumenti di capitale e la minusvalenza latente sulla sua partecipazione nella Zucchi, perde niente meno che una cinquantina di milioni.
Non si capisce chi glielo faccia fare o chi glielo abbia fatto fare: sarà vera la storia che è stato mal consigliato da un promotore e che quindi ha cominciato a comprare azioni della società del tessile e poi, media il prezzo oggi e media domani, se ne è ritrovato prima azionista forte e poi socio di controllo? Mistero, non buffo ma di Buffon. Nel frattempo, la Zucchi si è di nuovo seduta al tavolo con le banche per cercare un nuovo accordo e chiedere una tregua sul rimborso del debito da 94 milioni. Trovate tutto qui, su Repubblica.it (in passato ve ne avevo parlato già qui).

Advertisements