Tags

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

fiat

Quello che il premier Matteo Renzi ha compiuto sullo stabilimento della Fiat, pardon Fca, di Termini Imerese sembra davvero essere stato un miracolo. Un miracolo di Natale, visto che al ministero dello Sviluppo economico (Mise), il 24 dicembre, pochi giorni prima della scadenza della cassa integrazione per gli oltre 750 lavoratori, è stato siglato l’accordo che prevede il passaggio della fabbrica al gruppo Metec. In questo modo, con pochissimo tempo a disposizione per esaminare il piano industriale e misurare l’effettiva solidità della società acquirente, è stato possibile rinnovare la cassa integrazione dei dipendenti (si arriva quasi a mille lavoratori considerando anche l’indotto) e porre fine, almeno all’apparenza, a una questione che durava ormai da anni. Il tutto nell’ambito di una operazione benedetta da quasi 300 milioni di soldi pubblici (sarà un caso, ma la Metec pare voglia investire nel rilancio di Termini Imerese proprio quasi 300 milioni).

PS: Metec (come ho scritto qui e qui su Repubblica) è il gruppo che fa capo al socio di Andrea Agnelli, Roberto Ginatta (mentre qui e qui su Formiche.net trovate alcuni interessanti articoli sulla vicenda).

Advertisements